IL BAGNO BUONIAMICI
Il Bagno Buoniamici è nato negli ultimi anni 20. Costruito da due amici, prende il nome dal fatto che i primi nuclei familiari che lo frequentavano come cleinti portavano questo nome: Buoniamici, prestigiosa famiglia di Lido di Camaiore che ancora oggi fa sentire il suo nome con la giornalista Cesara Buonamici. Nel 1934 fu acquistato dalla famiglia Bertilotti che lo ha gestito fino all'anno 2000. Prima della guerra era costituito da due baracche di legno, di cui una fila di cabine lato Viareggio e tre cabine stile Forte dei Marmi lato La Spezia, e da 10 ombrelli certo non tutti di un colore, ma di colori diversi a seconda del periodoi in cui venivano acquistati. Le sdraio erano di tela ed anche queste di diverso colore, i lettini non esistevano ancora. La sera tutto il corredo venivs tolto dalla spiaggia  e riposto nelle cabine. I patini erano 6 più un sandalino che passavano in mare tutti i fine settimana, prenotati dai bagnanti.
Nella vicina piazza, oggi piazza Matteotti, a 300 mt dalla battigia, un trampolino con la scritta Azienda AUtonoma della Versilia era meta di chi voleva godere la gioia di un tuffo. Bertilotti Augusto, l'allora titolare del bagno, era solito incatramare i pali ch ereggevano le cabine ogni anno e quindi l'odore di catrame era una costante verità nei mesi prima della stagione. Era anche d'uso allora da parte della bagnina o della padrona del bagno, l'effetturare renature ai bagnanti che ne avessero bisogno, copsì si incrementava un pochino quel magro guadagno che poteva uscire dai miseri 10 ombrelli. L'altalena era uno di quei giochi che ai bagni di allora non poteva mancare ed anche il bagno Buoniamici ne possedeva una: alta, enorme, sempre occcupata da tanti ragazzini  che facevano la coda per poterci montare;c'era vicino il cinema Conte Verde, fatto di perline di legno, ed i ragazzi la sera trovavano sempre il modo per sbirciare tra una perlina e l'altra  ed intravedere il film proiettato quella sera.


per vedere altre foto del bagno, delle strutture e della spiaggia, sfoglia la nuova GALLERY!
Durante il giorno i ragazzi si ritrovavano sotto gli ombrelloni e giocavano a carte, poi alle 5 passava BIcche Bocche con la scintillante tromba di ottone : quello era il momento della merenda, ma era anche il momento di estrarre un numero dal cappellone del pasticciere. Il numero più alto vinceva una pasta. Queste erano le semplici, piccole cose che si svolgevano al bagno Buoniamici. Poi arrivava la guerra: sulla spiaggia si andavano avedere i bagliori delle prime bombe che scoppiavano al porto di La Spezia. POi ancora l'odioso ordine da parte delle SS tedesche di disfare completamente entro 48h tutti gli stabilimenti e, così, pezzo dopo pezzo, si vedevano svanire gli anni più belli, più spensierati che un ragazzo può desiderare.
Ed allora la fame. Non più pesce pescato con le retine e cambiato nelle vicine campagne con farina frutta e vino. Da allora fu tutto un soffrire fino a quando tornò la pace e con essa la rinascita degli stabilimenti. Iniziarono le prime feste dei bagni. Feste che si svolgevano la sera, con cena, e poi il ballo. Erano feste organizzate per lo più dai clienti che guidati dal sig. Gradito, sapevano bene organizzare il tutto. E dopo tanta storia è arrivata la vecchiaia ed il bagno è stato ceduto nell'anno 2000 al sig. Novelli & Company. Tutti giovani che ne hanno preso le redini e sapientemente e con gagliarda giovinezza continuano oggi una storia che dura dal 1934. Auguri.

Bagno Buoni Amici - Lido di Camaiore, Viale Europa - tele fax: 0584/617422- e-m@il: info@bagnobuoniamici.it                                  
               
Graphics e Presenza Internet Tekne Informatica srl